C. Celano, Delle notitie del bello, dell’antico e del curioso della città di Napoli per i signori forastieri date dal canonico Carlo Celano napoletano, divise in dieci giornate, Napoli,nella stamperia di Giacomo Raillard, 1692

 Chiesa di Santa Lucia a Mare, Giornata Quinta p. 74

 (…) Attaccata a questa vedesi la chiesa dedicata alla vergine e martire Santa Lucia, che detta viene a Mare a differenza d’un’altra chiesa alla stessa santa dedicata, detta al Monte. Questa edificata venne da Lucia, nipote di Costantino il Grande. Fu restaurata dal nostro vescovo sant’Attanasio: nell’anno poi 1588 fu riedificata dal monistero di San Sebastiano, del quale questo luogo è jus patronato. (…).