Sede: Hotel Royal Continental‎
Via Partenope, 38/44
Napoli – Tel. +39 081 245 2068

Conversazione rotariana su dieta mediterranea e Cilento

La Conviviale del mese di settembre, svoltasi presso la sede sociale del Hotel Royal Continental è stata di grande interesse e ha toccato un tema di grande importanza per tutti, che coniuga il concetto del vivere bene con quello delle tradizioni della nostra terra.

Parlare di dieta mediterranea non è mai facile, il rischio è di cadere in interpretazioni poco originali. Per questo motivo, per l’occasione, è stato scelto un conversatore di grande esperienza, che dell’argomento ne è conoscitore profondo: il dott. Vito Amendolara.

Biografia – Ex Assessore alle Politiche Agricole della Regione Campania, Presidente dell’Osservatorio regionale per la Dieta Mediterranea, istituto con la legge regionale 6/2012, Vito Amendolara è stato nominato, nel corso di quest’anno, vice presidente della Federazione europea per la sanità animale e sicurezza alimentare (Fesass) con delega alla sicurezza e alle frodi alimentari, unico italiano facente parte dell’organismo.

Il Presidente del Club, dott.Giovanni Tomo, ha aperto la serata con i saluti di rito, presentando il conversatore e ricordando come, questa tematica, sia centrale nel dibattito odierno sulla salute dei cittadini e di come, anche personalmente, per attività professionale, abbia potuto comprendere il ruolo fondamentale dell’agricoltura nell’economia e nella cultura del nostro territorio.

E’ poi seguito l’intervento del Prof.Amendolara, che si è incentrato su come le nostre abitudini alimentari nel corso del tempo sono cambiate e di come ciò ha influenzato i nostri stili di vita. Basti pensare che, nel nostro paese, ci sono 100mila ristoranti e pizzerie e 170 mila bar, sono i momenti che noi definiamo di convivialità, ma anche quelli di maggior rilassamento all’interno dei quali c’è un approccio al cibo che non s’indirizza verso una ricercatezza del contenuto. Tutto ciò dettato dalla fretta e dalla scarsa attenzione che inevitabilmente va ad influenzare la qualità di ciò che mangiamo.

Bisogna tener conto che la nostra dieta riesce ad incidere positivamente sulle nostre vite, soprattutto nelle persone anziane e in particolare è in grado di farli vivere più a lungo. Basti pensare che la dieta mediterranea, oltre ad assicurare una buona salute fisica, allunga la vita media di circa 3 anni. E’ questo il risultato dello studio, pubblicato dalla rivista Age e coordinato dal dottor Gianluca Tognon dell’Università di Goteborg, che per quasi quaranta anni ha monitorato le abitudini alimentari di migliaia di settantenni della provincia di svedese.  Accanto all’intervento del Prof.Amendolara si sono affiancati spunti di riflessione e racconti di esperienze legate al cibo provenienti da chi, per diletto, professione o passione, si è avvicinato positivamente a questo mondo. Sono intervenuti, infatti, Paola Iaccarino, nutrizionista; Marina Mosca, cuoca e Federico Lettieri, medico per professione, cuoco per passione che hanno costituito il centro di Alimentazione Consapevole, una felice realtà nel cuore di Napoli.

Il Centro di Alimentazione Consapevole si pone come obiettivo principale l’educazione ad una sana e consapevole alimentazione attraverso numerose modalità di incontri, discussioni e insegnamenti.Come hanno spiegato ai presenti, l’obiettivo è quello di dare consapevolezza alle nostre scelte alimentari cercando di capire come e con cosa nutriamo il nostro corpo, la nostra mente e il nostro spirito. Successivamente è intervenuto Marco Capasso, architetto e socio onorario del nostro Rotaract, ideatore di MAGNA – Mostra Agroalimentare Napoletana – che è in partenza il 13 ottobre a San Domenico Maggiore. L’obiettivo della mostra è quello di creare un percorso che affronti il tema dell’agricoltura e della gastronomia napoletana sotto molteplici aspetti: da quello storico a quello scientifico e sociale, con l’intento di svelarne tutti i segreti dal seme al piatto finito. Una mostra che vuole essere guardata, ascoltat, toccata, annusata e assaggiata con eventi di vario genere e weekend degustativi.

Infine, parola a Dino Falconio autore del libro “Il tempo delle diete”; ovvero ….alla ricerca della forma perduta….!! che, amabilmente, ha intrattenuto i soci invitandoli alla conversazione sul tema del cibo e del Cilento.

La serata, infine, è stata anche l’occasione per far crescere la famiglia rotariana, con l’ammissione del nuovo socio Luigi Cobellis, al quale vanno i migliori auguri da parte di tutto il club.

Lucio Todisco